News

9 febbraio giornata mondiale dell'epilessia

Consorzio Azzurra

Via Bassignano,15
12100 Cuneo (Italia)
Tel: +390171601970
Fax: +390171436287
Mail: segreteria@consorzioazzurra.it

Orari Ufficio:
lunedì - venerdì
08.30 - 12.30
14.30 - 18.30

L'elemento fondamentale dell'essere uomini è l'unicità

A.J.Heschel

9 febbraio giornata mondiale dell'epilessia

Image

Una malattia che non ha ancora una cura: obiettivo del 2015 diffondere la conoscenza della patologia. Vi segnaliamo un articolo uscito sulle pagine Salute del Corriere della Sera.

L’epilessia è una delle malattie neurologiche più diffuse, colpisce 65 milioni di persone nel mondo, di cui circa 500 mila in Italia, ma nonostante ciò rimane un problema sommerso, perché pochi sanno davvero cosa sia e i pregiudizi nei confronti delle persone che ne sono affette sono tanti e radicati. Ad oggi non è stata trovata una cura.

Maggiori informazioni

Esistono numerosi farmaci che controllano le crisi, consentendo a chi ne fa uso di condurre una vita normale. Nel 30 per cento dei casi, però, gli epilettici non rispondono alle terapie, con gravi ricadute sulla qualità della vita. Per diffondere informazioni su quella che può essere definita come una vera emergenza sanitaria e sociale, il 9 febbraio si celebra la Giornata Internazionale per l’epilessia, che vede coinvolti 125 paesi, tra cui l’Italia, con numerose iniziative in programma, nei diversi Stati. In Italia, la Fie (Federazione Italiana Epilessie) che riunisce 22 associazioni operanti in diverse regioni, organizza il 7 febbraio, a Bologna, un convegno dedicato alla vita quotidiana dei malati. «La nostra organizzazione ha l’obiettivo di restituire alle persone con epilessia la speranza di poter vivere pienamente la propria vita - ha commentato Rosa Cervellione, presidente di Fie - anche se gli ostacoli sono ancora molti». La Federazione sta lavorando con le istituzioni sanitarie nazionali ed internazionali e i primi frutti sono stati raccolti: è di questi giorni la notizia dell’approvazione della prima risoluzione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) sull’epilessia. «La risoluzione rappresenta una pietra miliare – dichiara Emilio Perucca, presidente dell’Ilae (Lega internazionale contro le epilessie) poiché chiede agli stati membri un intervento coordinato per ridurre l’impatto della malattia a livello nazionale e globale migliorando l’assistenza, garantendo il rispetto dei diritti civili e aumentando l’investimento in ricerca».

Fonte: corriere.it




Tutte le news